Puglia Sounds lancia una linea di intervento per sostenere e rilanciare il comparto musicale con nuovi avvisi pubblici rivolti ad artisti, operatori del settore e imprese musicali e la prima music conference digitale

Medimex D
dal 3 al 21 giugno workshop, approfondimenti professionali, webinar con numerosi ospiti tra i quali Tommaso Paradiso, Ghemon, Francesco Sarcina, Riccardo Zanotti, Andrea Rosi, Claudio Ferrante, Clemente Zard,
Chiara Santoro, Massimo Bonelli, Giovanni Canitano, Marc Urselli,
Claudio Simonetti, Martin Goldschmidt, Raffaele Casarano e Roberto Ottaviano

Puglia Sounds lancia Puglia Sounds Plus, importante linea di intervento per il comparto musicale regionale messo in crisi dall’emergenza sanitaria. L’iniziativa si inserisce nella più ampia strategia denominata Custodiamo la Cultura con cui la Regione Puglia sta sostenendo le filiere del Turismo e della Cultura. L’insieme di attività del piano promosso da Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato dal Teatro Pubblico Pugliese, prevede la pubblicazione di nuovi avvisi pubblici con un investimento complessivo di 1,5 milioni di euro per la produzione e la programmazione musicale e la realizzazione di Medimex D, la prima music conference internazionale digitale in programma dal 3 al 21 giugno. Con azioni strutturate per il biennio 2020/2021 e rivolte a musicisti, operatori e imprese musicali, Puglia Sounds Plus propone in Italia un progetto inedito di rilancio del settore puntando su produzione, programmazione, innovazione, semplificazione, formazione e confronto.
“Dopo aver lanciato il piano straordinario per la Cultura e il Turismo affrontiamo in maniera specifica l’emergenza del comparto musicale pugliese con una serie di iniziative che puntano a sostenere l’attività della filiera musicale pugliese – dichiara il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano – con Puglia Sounds Plus la Regione Puglia investe 1,5 milioni di euro sul rilancio dell’attività di musicisti e operatori con l’obiettivo di accompagnargli nella delicata fase di ripresa”.
“La filiera della musica è importantissima e in questo momento è in estrema sofferenza come l’intero settore della cultura. La Regione è al fianco di tutti gli artisti e gli operatori pugliesi. Si tratta, infatti, di un comparto estremamente rilevante per la Puglia, un comparto che non soltanto ha dimostrato grande professionalità e competenza ma negli ultimi anni, grazie anche agli incentivi regionali, è cresciuto moltissimo sia in termini di occupati che dal punto di vista dello strutturarsi delle imprese – dichiara l’Assessore Loredana Capone -. Nel corso dell’emergenza, d’intesa con le associazioni di categoria, abbiamo messo in campo una serie di strumenti e un piano straordinario ad hoc per sostenere gli operatori nella tenuta e nel rilancio delle proprie attività E adesso che tutto sembra ripartire – ha aggiunto – siamo chiamati a reinventarci, a sperimentare nuove forme di fruizione, di partecipazione. Medimex rappresenta un po’ la metamorfosi verso la nuova normalità. Abbiamo voluto che diventasse innanzitutto un’opportunità eccezionale per confrontarsi sull’evoluzione del mondo della musica. Medimex D, si chiamerà così l’edizione 2020, si terrà dal 3 al 21 giugno, un ciclo di incontri online che possa mettere insieme la scena musicale regionale, nazionale e internazionale per confrontarsi e ragionare sul presente e sul futuro è trovare insieme le soluzioni migliori per il settore della musica e della cultura pugliese. Parallelamente stiamo lavorando a nuovi avvisi pubblici che sostengano l’attività della filiera: avvisi sulla produzione e sulla programmazione. Insomma sarà una estate diversa, difficile, ma nessuno dovrà restare indietro”
“In queste settimane siamo impegnati a fronteggiare la grave crisi che ha colpito il mondo della cultura e affiancare la Regione Puglia nell’azione a sostegno dei lavoratori e alle imprese del settore artistico e culturale regionale – dichiara il Presidente del Teatro Pubblico Pugliese Giuseppe D’Urso – Con Puglia Sounds Plus diamo una prima risposta alla filiera musicale: da una parte lavoriamo a bandi che possano sostenere le attività e immettere nuove risorse economiche e dall’altra, con Medimex D, creiamo un piattaforma di confronto, dialogo e formazione con l’auspicio di rivederci presto nei luoghi giusti per lo spettacolo dal vivo”.
“Puglia Sounds Plus è nato a marzo scorso quando abbiamo capito che non si sarebbe tenuto il Medimex, è a quel punto è nata l’idea del Medimex D, un tavolo di confronto sui temi internazionali più importanti: dallo streaming al futuro dell’industria musicale, dalla comunicazione ai tempi del covid ai social accanto alle scuole dei mestieri della musica con il musicarium advanced per i professionisti, insomma un contenitore che fa del Medimex D la prima conferenza internazionale sulla musica interamente digitale – dichiara il coordinatore artistico di Puglia Sounds/Medimex Cesare Veronico – Una cosa alla quale teniamo molto è il confronto con gli operatori sul progetto Puglia Sounds Plus – in programma tra gli appuntamenti di Medimex D – in cui presenteremo i bandi che hanno avuto consenso nel tempo ma anche idee innovative sulle quali vogliamo confrontarci con il tessuto musicale pugliese. Il progetto non è chiuso da un punto di vista economico, ci sono ancora economie disponibili laddove dovessero venire fuori idee da parte degli operatori, solo a quel punto riterremo definitivo l’intervento Puglia Sounds Plus”.
Sul sito pugliasounds.it verranno pubblicati nelle prossime settimane nuovi avvisi pubblici immaginati per affrontare il complesso scenario nel quale versa la filiera e per sostenere, con un approccio innovativo e procedure semplificate, la produzione e la programmazione, punti cardine per il rilancio del comparto. Alla produzione sono rivolti Puglia Sounds Record, il consolidato bando che sostiene la realizzazione di nuove produzioni discografiche arricchito di alcune novità, e un innovativo avviso che incentiva le nuove produzioni multimediali, senza l’obbligo di supporto fisico e con l’obiettivo di favorire le coproduzioni. Per la programmazione, vera sfida dei prossimi mesi, sono previsti 4 nuovi avvisi pubblici – che seguiranno le direttive nazionali e regionali – per sostenere la programmazione di concerti in Puglia, in Italia e all’estero e accompagnare il settore nella fase di transizione dei mesi estivi con una prospettiva più ampia che coprirà anche il 2021. Tre di questi quattro bandi sono stati pensati per incentivare la programmazione live in Puglia. Il primo è legato alla definizione di un calendario estivo con un programmazione fortemente connessa alla situazione economica e sociale del territorio e alle tematiche che interrogano l’umanità in questo periodo di cambiamenti. Il secondo determinerà la creazione di un circuito regionale dei luoghi dedicati alla musica e alla realizzazione di tour in Puglia. Il terzo favorirà la programmazione di concerti che promuovano la musica pugliese in Italia. Il quarto bando, Puglia Sounds Export, dedicato alla circuitazione all’estero di progetti per la diffusione della cultura musicale pugliese, iniziativa che negli anni passati ha sostenuto oltre 1000 concerti in tutto il mondo, verrà pubblicato quando e se si creassero le condizioni. Tutti i bandi saranno all’insegna della semplificazione e digitalizzazione attraverso PUGLIA DMS, Digital Managent System della Regione Puglia che consente procedure online, dalla pubblicazione alla rendicontazione. Informazione dettagliate sugli avvisi pubblici saranno a breve disponibili su pugliasounds.it e promosse attraverso tutti i canali informativi di Puglia Sounds.
Confronto e formazione sono, invece, le parole chiave di Medimex D, la prima music conference internazionale digitale in programma dal 3 al 21 giugno 2020 sui canali web del Medimex e di Puglia Sounds con workshop, approfondimenti professionali, webinar, Puglia Sounds Musicarium (formazione continua dei musicisti, produttori, manager e comunicatori) e una speciale lezione di Rock dedicata alla musica pugliese. Medimex D si propone come un’importante occasione di confronto, approfondimento e sviluppo online di tematiche imprescindibili per il presente e il futuro della musica con importanti e qualificati ospiti, tra i quali Tommaso Paradiso, Ghemon, Francesco Sarcina (Le Vibrazioni), Riccardo Zanotti (Pinguini Tattici Nucleari), Andrea Rosi (Presidente Sony Music Italia), Claudio Ferrante (Presidente Artist First), Clemente Zard (Vivo Concerti), Massimo Bonelli, Chiara Santoro (Google Italia), Giovanni Canitano, Marc Urselli, Claudio Simonetti, Martin Goldschmidt, Raffaele Casarano e Roberto Ottaviano.
Quattro i webinar di approfondimento, curati e condotti dal giornalista musicale Ernesto Assante: il 4 giugno (ore 18) Live, ora o mai più? con Clemente Zard (Vivo Concerti) e Tommaso Paradiso, il 9 giugno (ore 18) Una vita in Streaming con Chiara Santoro (Google Italia) e Ghemon, il 16 giugno (ore 18) La crisi è indie? con Claudio Ferrante (Artist First) e Francesco Sarcina e il 18 giugno (ore 18) Le Major e la crisi con Andrea Rosi (Sony) e Riccardo Zanotti (Pinguini Tattici Nucleari). Previsti anche focus sulla scena internazionale con i webinar rivolti a artisti e operatori musicali: il 5 giugno (ore 11.30) Live streaming and connected experiences con Jan Ole Otnaes, Christoph Huber, Raffaele Casarano e Roberto Ottaviano modera Ernesto Assante, il 10 giugno (ore 11.30) How the COVID-19 Crisis May Change the Music Business.con Martin Goldschmidt (co-fondatore della Cooking Vinyl Records), l’11 giugno (17:00)Someone To Watch Over Me a cura di EJN, Europe Jazz Network e il 16 giugno (ore 11.30) Comunicare in tempo di crisi con Georgia Taglietti, responsabile media e relazioni internazionali SONAR. Spazio anche alla sincronizzazione con masterclass e workshop a cura di NODE: il 4 giugno (ore 11.30) Tecniche e prassi compositive per la musica da film / Analisi e interpretazione di una commessa di composizione per il cinema con il maestro Claudio Simonetti (Goblin). L’11 giugno (ore 11.00) Sound Design for Gaming: an Introduction (1a parte) con Andrea Federici (Accademia Italiana Videogiochi), modera Dario Tatoli (Sound Designer) e allo ore15.00 Il contratto editoriale destinato alle sincronizzazioni (1a parte) con avv. Marco Barbone (Barbone & Tassone IP), modera Roberta Ruggiero (Node). Workshop a cura di Node. Il 12 giugno (ore 10:00) Listening session #1 a cura di Guild of Music Supervisor UK – con Nick Angel (Salvation Music/Raindog Film), modera Elvis Nicolas Ceglie (Node) e (ore15:00) Listening session #2 a cura di Guild of Music Supervisor UK con Ben Sumner (Feel for Music), modera Elvis Nicolas Ceglie (Node). Il 15 giugno (ore 11:30-13:00) James Hannigan in conversation with John Broomhall a cura di Game Music Connect con James Hanningan e John Broomhall (Game Music Connect) modera Mario Melillo (Node). Keynote a cura di Node. Il 18 giugno (ore11:00–13:00) Sound Design for Gaming: an Introduction (2a parte) con Andrea Federici (Accademia Italiana Videogames), modera Dario Tatoli (Sound Designer) e (ore 15.00) Il contratto editoriale destinato alle sincronizzazioni (1a parte) con avv. Marco Barbone (Barbone & Tassone IP), modera Roberta Ruggiero. Torna in versione digitale Puglia Sounds Musicarium, la scuola dei mestieri musicali con le consuete versioni base e advanced, dedicata ai professionisti della musica. Il calendario prevede: il 3, 4 e 5 giugno (ore 16) Autoproduzioni con Antonella Rizzi, avvocato fiduciario di alcuni dei più importanti artisti e autori italiani, l’8, 9 e 10 giugno (ore 15) Il musicista nell’era digitale. Mentalità, strumenti e strategie per costruire un percorso professionale nella musica attuale con Massimo Bonelli, direttore artistico del Concerto del Primo Maggio di Roma e ideatore e coordinatore di Casa SIAE al Festival di Sanremo, il 10, 11 e 12 giugno (ore 17), Social Music Marketing: trovare nuovi fan con i social con Gabriele Aprile, cantautore, Digital Strategist, influencer e creatore di strategie digitali per la promozione di brand; il 15, 16, 17 giugno (ore 16) Scrittura testi e musiche con Giuseppe Anastasi, autore e compositore. Per gli appuntamenti advanced in programma il 3, 4 e 5 giugno (ore 17) Ritratti Rock – Post produzione fotografica con Giovanni Canitano e l’8, 9, 10 giugno (ore 16) Registrazione e Missaggio In-The-Box con Marc Urselli, tre volte vincitore del Grammy Award. Il 9 giugno (ore 10) è in programma un incontro di confronto su Puglia Sounds Plus con artisti e operatori musicali pugliesi nel corso del quale saranno presentati e discussi gli avvisi pubblici in pubblicazione nelle prossime settimane. Infine il programma prevede ancora una Lezione di Rock con Ernesto Assante e Gino Castaldo, dedicato alla Scuola pugliese con numerosi ospiti. Tutti gli appuntamenti di Medimex D sono a partecipazione gratuita, per alcuni appuntamenti è prevista registrazione obbligatoria dettagli e modalità di partecipazione sul sito web medimex.it
Puglia Sounds è il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato con il Teatro Pubblico Pugliese nell’ambito del Fondo di Sviluppo e di Coesione 2014-2020 – Patto per la Puglia Area di Intervento IV “Turismo, cultura e valorizzazione delle risorse naturali.