Quanto ci mancano i concerti? I viaggi per raggiungere le grandi arene, le attese sotto il sole tra sudore e birra, quell’emozione quando le luci si spengono e la musica inizia…

Siccome non sappiamo ancora quanto mancherà al primo live, ho pensato di regalarmi una “nuova esperienza”…il concerto live in diretta internet dei Foo Fighters, subito dopo l’uscita del nuovo singolo “Shame Shame” che precede l’uscita di “Medicine At Midnight” il nuovo album che uscirà a Febbraio prossimo.

Nuova esperienza, dicevamo, tra virgolette, non è proprio una novità vedere un concerto in TV; ma in questo caso si trattava di una diretta senza pubblico ricreata appositamente per i  “dipendenti da live” come noi.

Come ha avuto modo di dire durante la diretta Dave Grohl durante la prima fase della pandemia aveva deciso di non fare dirette/live considerandole lontane dell’esperienza dei concerti dei Foo Fighters…ma alla fine ha deciso di realizzare questo concerto per regalare un paio di ore di gioia ai suoi fans.

E allora, ladies and gentlemen, live from Roxy in Susnset Strip, West Hollywood…

The Foo Fighters!!

La locandina ufficiale dell’evento.

L’evento è andato “on air” sabato 14 novembre alle 05:00 pm “L.A. time”, vale a dire le 2 di notte italiane.

Per godere appieno di questa esperienza ho deciso di restare in piedi e di indossare t-shirt e l’immancabile polsino griffati FF…e la domanda sarà: riusciranno in qualche modo a compensare la “distanza”, allontanando quella sensazione di osservare un dvd registrato?
La band è al completo (con l’aggiunta di quattro coriste tra cui la figlia di Dave, Violet) e suona come sempre senza risparmiarsi e anche in questa strana situazione i Foo fanno quello che sanno fare meglio: spaccare i culi sul palco. Sudano e suonano come se fosse l’ultima volta (o meglio, la prima volta dopo tanto tempo) pur ammettendo direttamente che la sensazione sia strana, suonare senza pubblico…loro che non amano troppo neanche fare le prove prima dei tour.

Sarà che i concerti mi mancano davvero tanto, ma non sono stato fermo un attimo ed ho cantato tutto il tempo (con buona pace dei vicini di casa) ma il merito di questo è assolutamente dei FF…band come loro al mondo non ce ne sono e Dave Grohl è davvero la rockstar definitiva, capace di tenere il palco anche tra un pezzo e l’altro, riuscendo quasi nell’impossibile impresa di coprire quei momenti di silenzio assordante dovuti alla mancanza di pubblico.

“Quasi” perché il pubblico è una parte fondamentale dei live e non sentire il boato del pubblico all’inizio dei brani e gli applausi alla fine è qualcosa che fa male, e la band fa ricorso a tutta la sua grinta e bravura per compensare questo vuoto.

Chiaramente la setlist è da urlo con tutti i brani più famosi a partire da “All my life” e chiudendo con l’immancabile “Everlong”; toccante il momento finale di “My Hero” in cui Dave chiede al “pubblico” di cantare il ritornello da casa…promettendo che a breve lo rifaremo guardandoci negli occhi, “motherfuckers”!!

Voto in pagella: Foo Fighters promossi a pieni voti, sia per l’iniziativa che per la performance, ma non c’era neanche bisogno di dirlo…ma soprattutto cari Dave & Soci…non appena questa situazione di m****a finirà, vi raggiungerò in qualunque parte del mondo per cantare di nuovo insieme, e questa volta guardandoci negli occhi…”motherfuckers”!!

Questa è la scaletta del concerto…non essendo riusciti a rubarla dal palco…me la sono riscritta…lo so, sto male!!

Fabio De Vincentiis